Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Meteo
15/10/2019, 20:57
Sereno
Sereno
23°C
Temperatura percepita: 23°C
Pressione: 1020 mb
Umidità: 77%
Vento: 11 km/h S
Raffiche di vento: 11 km/h
UV-Index: 0
Alba: 07:06
Tramonto: 18:20
Previsione 15/10/2019
Giorno
Parzialmente Soleggiato
Parzialmente Soleggiato
26°C
Vento: 11 km/h SSO
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 3
Notte
Nubi Intermittenti
Nubi Intermittenti
19°C
Vento: 7 km/h ENE
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 3
Previsione 16/10/2019
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
26°C
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 25 km/h
max. UV-Index: 4
Notte
Parzialmente Nuvoloso con Tempeste
Parzialmente Nuvoloso con Tempeste
16°C
Vento: 11 km/h N
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 4
 

Ufficio Stampa

Inaugurazione Accademia 2019/2020

Al via il 21esimo anno sociale dell’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

Consueto successo di pubblico per l’Accademia, che ha visto l’Auditorium Zanotti Bianco gremito di soci e amici, che hanno voluto condividere questa bella riapertura. Ecco in vista un nuovo anno di musica, teatro, spettacoli, viaggi, giochi, compagnia e amici… elementi che concretizzano due valori, colonne portanti del sodalizio: aggregazione e cultura.

E l’apertura, in grande stile, è stata affidata alle note dell’Orchestra d’Archi del Teatro Francesco Cilea, diretta dal M° Pasquale Faucitano.

Ma prima del momento musicale, l’usuale saluto della Presidente Silvana Velonà, affiancata dal Vicepresidente Celeste Giovannini. Oltre il “bentornato” l’occasione era importante: l’investitura, quali Soci Onorari dell’Accademia, del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e del Maestro Faucitano.

Due omaggi molto sentiti quelli della Presidente che, in particolare, verso il Primo Cittadino, è stato motivato dalla “vicinanza di Falcomatà alla nostra associazione e, in generale, a tutte le realtà positive reggine – ha spiegato la Velonà – facendo tanto per la crescita culturale della nostra bella città”.

Una’altra importante iniziativa è partita dall’Accademia quella sera: ogni socio regalerà un alberello alla propria città.

Un simbolo importantissimo in un contesto di emergenza ambientale globale che purtroppo è divenuta stringente, un segnale forte della Reggio civile, quella che lavora per migliorare la propria città, contrastando i pochi che, giorno dopo giorno, la deturpano e la sporcano, una iniziativa apprezzatissima dal Sindaco che l’ha accolta con grande gioia.

“L’attività culturale della nostra città è fervente e l’Accademia ne è la dimostrazione – sono state le parole del Sindaco Falcomatà -; vengo qui molto volentieri per salutare i Cavalieri di San Giorgio, non dimentichiamoci, infatti, che questa associazione ha ricevuto la più alta benemerenza cittadina, che non è solo formale e simbolica, ma sostanziale; si tratta di un onere e di un impegno, ancora maggiore, ad essere cittadini attivi. Ottima l’iniziativa di piantare alberi in città. E’ molto importante che tutti siamo coinvolti in questa nuova coscienza e consapevolezza, nel rispetto dell’ambiente. Sceglieremo insieme l’area dove metterli a dimora. Grazie, a nome dell’Amministrazione e della città tutta, per l’aiuola sul Lungomare, mantenuta con grande cura. L’adozione da parte dell’Accademia è una delle prime del progetto “Adotta il verde”, e rappresenta un esempio tangibile di come il bene contamina; inoltre, tra le tante iniziative del sodalizio un plauso per la partecipazione al progetto per la valorizzazione e la scoperta del nostro dialetto. Noi abbiamo un assessorato alle minoranze linguistiche perché diamo grande valore alla riscoperta delle nostre origini ed identità. In questo weekend centinaia di entusiasti turisti stranieri hanno invaso le nostre strade. Quindi riappropriamoci dell’orgoglio di essere cittadini di Reggio – conclude il Sindaco -,  gli altri ce la invidiano ma noi non ci rendiamo conto della bellezza nella quale viviamo”.

In occasione dell’inaugurazione di questo ventunesimo anno di attività, all’interno del Cipresseto, sono state allestite due mostre: una fotografica, che propone un emozionante viaggio nella memoria dell’Accademia e della nostra città, attraverso incontri, persone e personaggi che hanno animato l’ultimo ventennio. La seconda, dal titolo “Riflessioni in forma plastica” darà l’opportunità di ammirare le sculture di Rocco Calarco.

La serata si concluderà con un dolce intrattenimento.

Anche per quest’anno gli appuntamenti saranno numerosi e variegati; dal teatro alla musica, dagli incontri alle conversazioni, dai viaggi ai giochi, per proseguire sulla strada intrapresa nell’ormai lontano 1999, dalla presidente Silvana Velonà, supportata da alcuni amici, nel segno della condivisione, dell’aggregazione e della cultura.

Rassegna Stampa Inaugurazione 2019/2020

Presentazione inaugurazione Accademia Ottobre – stagione 2019/2020

 

 

https://calabriapost.net/cultura/l-accademia-del-tempo-libero-apre-l-anno-sociale-2019-2020  

 
 
 
 
 

“Marzo per gli agnelli”, ultimo romanzo di Gangemi, verrà presentato all’Accademia del Tempo Libero

 

 

“Marzo per gli agnelli” il titolo della nuova opera di Mimmo Gangemi che verrà presentata all’Accademia del Tempo Libero, domani, giovedì 30 maggio, alle ore 18.  Sarà l’auditorium Zanotti Bianco, sede del sodalizio, ad ospitare lo scrittore di origini reggine per una interessante conversazione sul suo nuovo romanzo, edito da Piemme. Una nuova avvincente storia, quella narrata da Gangemi, autore di numerosi titoli di successo tra i quali “Il giudice meschino”, poi trasposto in serie tv, con Luca Zingaretti. L’incontro, introdotto da Maria Bambace Aldarese e Franca Brandolino Foti, sarà moderato da Celestina Catanoso, e sarà allietato dagli intermezzi musicali di Maurizio Bascià. Nel corso della conversazione sono previsti interventi e lettura di brani dell’opera di Gangemi.

Il Sindaco Falcomatà incontra l’Accademia

Roof -Garden, turisti tedeschi, acqua, spazzatura e tanto altro… un fiume di domande e un oceano di risposte da parte del Primo Cittadino di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ospite d’onore all’Accademia del Tempo Libero.

Un pomeriggio dedicato al Sindaco, quello dell’Accademia, anzi, sarebbe meglio dirededicato a tutti i cittadini ai quali Giuseppe Falcomatà si è rivolto in modo esclusivo ed esaustivo, snocciolando risposte, spiegando difficoltà, aggiornando su novità e opere, raccogliendo segnalazioni. Un brillante Sindaco che ascolta attentamente e, con parole semplici e massima onestà, apre il Comune ai reggini, nel bene e nel male. Non si nasconde dietro un dito Falcomatà, ma con la massima trasparenza spiega alla platea l’excursus, annesse difficoltà economiche più volte esplicitate, dal momento del suo insediamento ad oggi. 

La presidente Silvana Velonà, con il Vicepresidente Celeste Giovannini, accoglie e presenta Falcomatà; il  Presidente Onorario Pietro Morabito si fa portavoce di domande e istanze poste dal  direttivo dell’associazione, dai cittadini e soci intervenuti.

Non solo passato e presente ma anche futuro prossimo, già tangibile in tante opere già portate a termine, per cui questi 4 anni di amministrazione sono stati propedeutici, attraverso un attento lavoro di programmazione, definizione e ricerca di finanziamenti. Ciò che è emerso, da domande e risposte, è che la città sta cambiando il suo aspetto.  

In un simile incontro non si poteva non affrontare il tasto dolente della  differenziata che, non dimentichiamolo, è arrivata al 59 per cento. Un servizio importantissimo, quasi un lusso, un tempo un’utopia, che ha ottenuto un risultato (uno su tutti) importantissimo: il successo nella lotta all’evasione. Per un servizio finanziato interamente attraverso la contribuzione, risulta fondamentale, per l’abbassamento dei costi, far emergere gli evasori. E così è avvenuto, scoprendo sino ad oggi ben 10 mila “fantasmi”, che poi sono coloro che abbandonano i rifiuti in ogni angolo della nostra città, deturpandola e vanificando gli sforzi dell’amministrazione e dei cittadini, salvo poi puntare il dito contro l’Amministrazione. Ha poi spiegato tecnicamente i disservizi, Falcomatà, non dovuti al Comune né all’Avr ma alla chiusura parziale delle discariche di conferimento che non dipendono dall’Ente municipale.

Un grande progetto quello spiegato dal Primo Cittadino, che pian piano sta prendendo forma. Partito dalle periferie, con la bitumazione totale delle strade (Santa Caterina e zona sud),  procede con il restyling delle piazze di quartiere e culminerà con il rinnovo totale della città: dal Viale Europa e Viale Calabria, che cambieranno totalmente forma e diverranno più sicure, con rotatorie ed illuminazione di nuova generazione, a basso costo e a basso impatto ambientale, e con il rifacimento delle strade del centro cittadino, trascurate a causa dei vincoli della sovrintendenza sul basolato lavico, che ha sino ad oggi bloccato ogni intervento. E poi il Lido e l’Arena lido, che verranno restaurate, la messa a punto degli scarichi dei lidi prima inesistenti e già realizzati, che si spera facciano superare i divieti di balneazione sulle nostre splendide coste, in particolare quelle cittadine; i posteggi pubblici, 400, già realizzati al termine del lungomare lato nord per servire Piazza del Popolo e centro cittadino; Piazza Garibaldi che sta per concludere il suo calvario; Piazza Duomo che rivive in una nuova ed elegante veste, il Corso Garibaldi che ben presto sarà dotato di dissuasori antiterrorismo, nonché di arredo urbano. Parco Baden Pawell che diventerà un polmone verde per la città, ad uso e consumo di cittadini, bambini e anziani; aeroporto Minniti che, scongiurata la chiusura grazie alla Città Metropolitana che mensilmente ha versato risorse per consentire di superare il periodo della gestione provvisoria da parte del tribunale, conservando posti di lavoro, si rilancia grazie all’intervento del Sindaco, del Governatore calabrese e alla gestione unica regionale di De Felice. La carenza d’acqua, che da decenni affligge i reggini, ben presto non sarà più un problema perché verrà erogata dalla diga del Menta e potrà essere dedicata ad uso umano.

Non opere lontane ma già in corso di attuazione, secondo quanto affermato dal Sindaco, che vedranno la luce nei prossimi mesi e che insieme ad altri progetti faranno rinascere Reggio restituendole il suo antico rapporto col mare, creando attrazioni turistiche esclusive e non dozzinali che faranno rivivere ai visitatori e ai cittadini l’atmosfera di una città antica che affonda le sue radici una gloriosa ed affascinante tradizione da riscoprire e raccontare.

“Un lavoro quello dell’amministrazione che va condiviso con tutta la società civile – è l’appello di Falcomatà – lavorando, assieme, come un team, nella direzione della rinascita, contro chi non esita a sacrificare la città sul piano teorico e pratico, pur di riuscire a sgambettare e screditare il lavoro che con fatica, impegno e abnegazione stiamo tentando di portare avanti”.

 

 

Annotazione
In Evidenza