Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
Settembre: 2020
L M M G V S D
« Giu    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  
Meteo
20/09/2020, 08:50
Soleggiato
Soleggiato
22°C
Temperatura percepita: 23°C
Pressione: 1020 mb
Umidità: 60%
Vento: 7 km/h NE
Raffiche di vento: 7 km/h
UV-Index: 2
Alba: 06:44
Tramonto: 18:57
Previsione 20/09/2020
Giorno
Prevalentemente Soleggiato
Prevalentemente Soleggiato
29°C
Vento: 7 km/h ONO
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 5
Notte
Sereno
Sereno
21°C
Vento: 7 km/h NNE
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 5
Previsione 21/09/2020
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
29°C
Vento: 11 km/h NNO
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 5
Notte
Parzialmente Nuvoloso
Parzialmente Nuvoloso
22°C
Vento: 7 km/h NNE
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 5
 

Ufficio Stampa

Ripartono le attività dell’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

19esimo anno di attività e, come ogni nuova stagione, un bilancio sempre più ricco, fatto di incontri culturali, viaggi, serate musicali, convivialità, che vanno ad arricchire l’offerta culturale cittadina.

Consueta sala gremita per la prima serata dell’anno sociale 2017/2018 che parte con un concerto del Quartetto d’archi Francesco Cilea, “Musiche dal mondo… e nel tempo”.

Ad avviare la nuova entusiasmante stagione il discorso di apertura dellaPresidente del sodalizio, Silvana Velonà, che, sempre con un pizzico di emozione, ha salutato i soci e offerto qualche anticipazione sulle idee e le iniziative che verranno realizzate nel corso dell’anno con una formula ormai collaudata, ma anche qualche interessante novità.

Una prima importante anteprima, vista l’ampia adesione dello scorso anno, riguarda il corso di lingua e tradizioni calabro/greche che si replicherà, in collaborazione con il Circolo Culturale Apodiafazzi, per la difesa e la tutela delle minoranze linguistiche. Inoltre, dopo il successo de La Traviata, allestita all’interno dell’Auditorium Zanotti Bianco, per la Regia di Mario De Carlo e con la Direzione Artistica di Serenella Fraschini, un’altra grande opera verrà realizzata nel corso dell’anno. Poi il saluto per l’avvio dell’anno anche da parte del Vicepresidente Celeste Giovannini.

Graditissimo l’intervento del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, invitato a partecipare alla serata inaugurale.

Ha parlato di tempo che passa e della qualità con la quale impiegarlo, il Primo Cittadino, che ha portato, agli oltre 300 soci, il saluto di Comune e di Città Metropolitana.

“L’Accademia del Tempo Libero è una vera e propria risorsa – sono state le parole di Falcomatà – che assolve un compito fondamentale: dare qualità al tempo che scorre. E attività come quelle dell’Accademia servono anche a rinnovare quel senso civico purtroppo ormai perduto da alcuni, le cui conseguenze sono facilmente visibili, partendo dal deturpamento della città sino ad arrivare ad atti più gravi ed ignobili come l’incendio dell’emeroteca comunale dei giorni scorsi, solo ultimo degli atti perpetrati a danno della città e soprattutto delle fasce deboli di cittadini”.

Il Sindaco si è detto disponibile ad organizzare incontri utili al dialogo per interpretare le esigenze dei cittadini attraverso il confronto con i soci, e per tenerli costantemente informati sul lavoro dell’Amministrazione.

Quindi il via allo spettacolo. Un vero e proprio viaggio nel tempo e per il mondo, attraverso musiche europee, nella prima parte del concerto,  dalla Germania del 1600, con Bach, alla musica leggera.

In mezzo tante tappe come Austria con Mozzart, Italia con Verdi, poi Ungheria con l’operetta di Lehar e Hoffman, inventore del genere considerato, a torto, minore.

Si parte per la Francia con Offenbach, tedesco ma che operò a Parigi, con il coinvolgente “Can Can” e il Bolero di Ravel. La prima parte del viaggio si conclude in Inghilterra con gli intramontabili Beattles: Yesterday e Hey Jude.

La seconda parte invece ha sullo sfondo stelle e strisce, e non solo, con un repertorio interamente americano che coinvolge oltre agli States, con pezzi come Summertime, West side story, Singing in the rain e New York New York, anche il Messico con Besame mucho, e l’immancabile tango argentino.

Il Quartetto: Primo Violino, Pasquale Faucitano; II Violino, Paola Russo; Viola, Cristina Battaglia e Violoncello, Ludovica Cordova, travolge e appassiona.

La serata si è conclusa con un buffet di dolci per la serata che i soci hanno trascorso convivialmente, ritrovandosi dopo la pausa estiva.

 

 

 

“Dedicato a te dalle onde dello Stretto”, successo per l’iniziativa estiva dell’Accademia

Immagine incorporata 3

 

Un successo preannunciato per una serata straordinaria sotto le stelle del Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria.
“Dedicato a te dalle onde dello Stretto” il concerto che l’Accademia del Tempo Libero ha realizzato per la città. E i cittadini hanno accolto l’invito e gremito l’Arena. Quattro gli artisti eccezionali che si sono esibiti circondati da una scenografia naturale dal grande impatto emotivo.
Si tratta del gruppo “Corde libere”, diretto dal M° Alessandro Calcaramo, il M° Adolfo Zagari e la sua fisarmonica, Cover Band Nomadi Libertà di volare e la cantante Marinella Rodà.
Quattro concerti in uno per una magica serata, alla quale gli apprezzati artisti calabresi hanno dato vita con il loro talento, proponendo dalla musica appartenente alla nostra tradizione popolare, ai choro brasiliani, rumba flamenca e la musica irlandese di Corde Libere.
Una serata che ha incantato il pubblico sulle note della cultura etnica; una parentesi estiva nella ricca programmazione che l’Accademia offre ai suoi soci durante l’anno sociale, tra numerose attività culturali di tutti i generi: incontri, conversazioni, musica, viaggi, sport e convivialità.

Immagine incorporata 1

Immagine incorporata 2

Immagine incorporata 4

 

 

 

Corso di Calabro/Greco – I corsisti si salutano e si danno appuntamento al prossimo anno

 

Alle soglie dell’estate si conclude il corso di grecanico “Mathènnome tin Glossa Grèka tis Kalavria/Impariamo la Lingua Greca di Calabria”.

Dopo un intenso anno di attività è tempo di bilanci per le due associazioni culturali che hanno ideato, promosso e organizzato il corso:  Accademia del Tempo Libero e Apodiafazzi.

E le valutazioni non possono che essere positive in termini di partecipazione e di raggiungimento degli obiettivi.

Sette intensi mesi che hanno portato gli appassionati corsisti a tuffarsi nelle affascinanti tradizioni della Calabria, quella più antica, di origine grecanica, tra usi e costumi, monete e religione, il tutto sul filo conduttore di una lingua remota, purtroppo quasi ormai persa, nel tentativo di salvarla dall’abbandono a cui è sembra destinata.

Così, tra lezioni di grammatica, gite in località di origine grecanica, incontri speciali e lectiones magistralis, i corsisti manifestano la volontà di voler proseguire l’esperienza il prossimo anno, per dedicarsi alla conoscenza più approfondita delle nostre antiche origini e all’apprendimento di questa straordinaria lingua. Soddisfatti Silvana Velonà, Presidente di Accademia del Tempo Libero e Carmelo Giuseppe Nucera, Presidente di Apodiafazzi che ribadiscono il loro impegno, anche per il prossimo anno, nel sopperire il vuoto lasciato dalle Istituzioni nella difesa delle minoranze linguistiche e nel recupero delle loro tradizioni.

Mercoledì scorso la cerimonia di consegna degli attestati e successivo momento conviviale. I corsisti, purtroppo non tutti presenti alla serata finale, con gli organizzatori e la docente, professoressa Teresa Pietropaolo,  hanno voluto festeggiare la fine di questa appassionante avventura con una torta a tema, dandosi appuntamento al prossimo anno.

 

 

Fondazione Febea – “Chiaroscuro” al Teatro Cilea di Reggio Calabria

Scarica (PDF, 405KB)

Primo grande evento per la neonata Compagnia Stabile della Musica, del direttore artistico, Maestro Pasquale Faucitano.

Al Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria “Chiaroscuro”, uno spettacolo di grande impatto emotivo che crea un connubio tra arti generando un suggestivo punto d’incontro sul palcoscenico, tra musica, pittura e danza.

L’espressione pittorica diviene espressione del corpo umano nella creazione di un dipinto vivente, tra luci ed ombre.

Teatri 35 e l’Ensamble strumentale del Teatro Cilea, insieme per dare vita ad uno spettacolo straordinario, giovedì 25 maggio alle ore 21.

I dipinti del Caravaggio, sulla tela immaginaria della musica che guida passi e movenze nella creazione delle opere. La musica come copione, dunque, come filo conduttore per gli attori, in azioni inserite in una partitura musicale in cui ogni gesto è in funzione di una meccanica, di un ingranaggio, in cui ciò che viene eseguito è strettamente necessario.

Il corpo dell’attore al centro di una performance sui Tableaux Vivants “Chiaroscuro”, che affonda le radici in un’esperienza laboratoriale di svariati anni.

Così, a poche settimane dall’annuncio della nascita della Compagnia, da parte della Presidente di Fondazione Febea, Silvana Velonà, il primo appuntamento dal grande valore artistico e sociale.

Il ricavato della serata, infatti, verrà devoluto alla sezione cittadina dell’A.I.P.A.D.

Annotazione
In Evidenza