Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
settembre: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Meteo
21/09/2018, 00:28
Parzialmente Nuvoloso
Parzialmente Nuvoloso
21°C
Temperatura percepita: 21°C
Pressione: 1020 mb
Umidità: 88%
Vento: 4 km/h ENE
Raffiche di vento: 4 km/h
UV-Index: 0
Alba: 06:43
Tramonto: 18:58
Previsione 20/09/2018
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
29°C
Vento: 14 km/h S
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 5
Notte
Nubi Intermittenti
Nubi Intermittenti
20°C
Vento: 7 km/h S
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 5
Previsione 21/09/2018
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
29°C
Vento: 14 km/h S
Raffiche di vento: 18 km/h
max. UV-Index: 3
Notte
Prevalentemente Nuvoloso con Rovesci
Prevalentemente Nuvoloso con Rovesci
21°C
Vento: 4 km/h SSE
Raffiche di vento: 11 km/h
max. UV-Index: 3
 

Comunicati e Articoli

Dialetto patrimonio identitario

Il dialetto, importante elemento d’identità territoriale, antica testimonianza di vissuto collettivo, cultura locale, usi e costumi, memoria storica che giunge ai nostri giorni, ancora al centro delle iniziative dell’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria e della Fondazione Febea.

Un tassello identitario di non poco conto che merita attenta tutela è stato il punto focale di un incontro che si è tenuto presso l’Auditorium Zanotti Bianco, sede dell’associazione.

Una serata interessante, condotta dalla professoressa Mimma Gurnari, che ha visto la partecipazione del poeta Giuseppe Ginestra e del chitarrista Aurelio Mantica, che hanno, rispettivamente, recitato splendide poesie, e cantato muttette reggine. Presenti anche il Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino, appassionato di vernacolo e grande scoperta dell’Accademia come poeta dialettale, e l’Assessore Comunale Lucia Nucera.

L’iniziativa che ha fatto da sfondo all’incontro è stata la pubblicazione del dizionario della lingua reggina, a cura di autore Salvatore Ventura, edito da Laruffa.

Il volume di Ventura fornisce validi spunti per conoscere e approfondire le caratteristiche della lingua della nostra città, attraverso oltre 7000 lessemi esaminati nell’aspetto fonetico, etimologico, significato letterale e traslato, nell’ambito d’uso, nelle variabili di zona, etc.

Una raccolta meticolosa, composta in un unicum fondamentale per conservare la lingua locale, peculiarità di questo popolo.

L’iniziativa dell’Accademia parte da un punto molto importante: il dialetto è stato discriminato per molto tempo da pregiudizi ma negli ultimi anni si è verificata un’inversione di tendenza, favorita anche dagli intellettuali, dai pedagogisti e dalla politica stessa tanto da portare all’istituzione, da un paio di anni, della giornata nazionale del dialetto.

Ciò che è scaturito è che un punto di contatto tra i delatori e i sostenitori esiste e sta nel dato incontrovertibile che dialetto e lingua nazionale hanno pari dignità: entrambi derivano dal latino anche se diverso è il loro punto di partenza e il loro percorso diacronico.

 

 

Concorso a premi per gli studenti: “Per una Reggio bella e civile”. Tante iniziative in partenza a febbraio

La Presidente Velonà

 

Tante le nuove iniziative che stanno per partire all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

Non solo proposte nuove ma anche appuntamenti già collaudati, che hanno riscosso successo negli scorsi anni. Tra le novità, una in particolare, coinvolgerà il mondo studentesco reggino.

Ma partiamo dall’iniziativa che si ripropone a grande richiesta: il “Corso badanti” che ripartirà l’8 febbraio per offrire supporto a chi intraprende questa delicata attività, ma anche a chi già la svolge, per migliorare il servizio offerto nell’assistenza agli anziani: usare correttamente la lingua italiana di base (molti, infatti, sono stranieri e la lingua a volte può costituire un ostacolo); prendersi cura dell’ anziano; eseguire atti assistenziali, come un’iniezione, la rilevazione della pressione arteriosa e della glicemia, la somministrazione corretta dei farmaci; preparare i pasti agli orari e secondo le indicazioni ricevute; curare l’igiene dell’anziano e dell’ambiente domestico, e tanto altro.

Il 9 febbraio, poi, partirà una iniziativa nuova di zecca. Un ciclo di conversazioni sul diritto di famiglia, che potrà essere utile agli appassionati dell’argomento o a chi ha qualche problema legale inerente ai rapporti di famiglia. Gli incontri saranno condotti dal notaio Domenica Cortese e da Roberta Silvestro, docente presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, Università Mediterranea Reggio Calabria Tanti e interessanti i temi che verranno affrontati, come le differenti tipologie di unione, i diritti e i doveri dei coniugi e dei conviventi, diritti e doveri connessi alla genitorialità, rapporti di famiglia, rapporti patrimoniali, tutto ciò che concerne la crisi familiare e diritti ereditari dei coniugi. La partecipazione è aperta a tutti gratuitamente, è prevista solo una esigua quota di iscrizione quale contributo alle spese.

E passiamo all’iniziativa dedicata ai ragazzi.

L’Accademia, sempre sensibile alla crescita sociale e culturale della città, con questa proposta intende fare leva sui giovani, che rappresentano la speranza di rinascita della nostra terra, non solo dal punto di vista economico, ma anche morale e civile, affinché mettano in campo il loro entusiasmo e la loro creatività per accrescere, attraverso la comunicazione immediata, il senso di appartenenza alla Comunità, e consolidino il convincimento che la Reggio “bella e civile” si può realizzare solo con la collaborazione di tutti.

L’iniziativa è rivolta agli allievi delle ultime tre classi degli Istituti della scuola secondaria di secondo grado, con l’intento di sollecitarli a recuperare l’orgoglio di appartenenza alla comunità riconoscendo l’importanza delle proprie radici culturali; sollecitare la riflessione sul tema della legalità, della solidarietà, della condivisione, dell’educazione civica; assumere il rispetto delle regole come habitus mentale nella prassi del vivere quotidiano; tenere comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente e delle cose comuni.

Un modo per coinvolgerli nella crescita sociale e culturale della nostra bella città insomma. Al migliore prodotto classificato per ciascuna sezione del concorso (forma grafica – forma multimediale) verrà assegnato un premio in danaro pari a 500 euro; gli altri lavori ritenuti meritevoli verranno pubblicizzati nei modi idonei previo accordo con il referente scolastico.

Di seguito le locandine degli eventi:

 

Reggio Bella e Civile – Concorso a premi per le scuole

Scarica (DOCX, 91KB)

Conversazioni sul diritto di famiglia aperte alla città

Scarica (PDF, 677KB)

Corso per badanti – II edizione

Scarica (PDF, 619KB)

Il Rigoletto

 

Una bella serata sulle note di Verdi, il Rigoletto per la precisione, all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

Chiude le feste l’opera verdiana che, in continuità con il successo riscosso lo scorso anno con La Traviata, riempie l’auditorium Zanotti Bianco.

Un’opera portata in scena in misura ridotta, adeguandosi agli spazi, dunque senza orchestra, ma con il quartetto d’archi Francesco Cilea, Alessandro Praticò Maestro concertatore al pianoforte e il coro Francesco Cilea. Una straordinaria regia quella del Maestro Mario De Carlo, già collaudata per lo Zanotti Bianco, e la direzione artistica di Serenella Fraschini, Presidente di Morgana Incanta, associazione organizzatrice insieme anche alla Fondazione Febea.

Un’opera che l’Accademia, nella persona della Presidente Silvana Velonà, ha voluto fortemente. Presidente sempre attenta ad offrire alla città momenti culturali d’alto livello che l’Accademia realizza, giova puntualizzarlo, con le sue proprie forze, senza aver mai chiesto, né ricevuto, alcuna sovvenzione pubblica, riuscendo a dar vita, nonostante ciò, a momenti artistici di grande interesse e di forte richiamo, arricchendo così l’offerta del territorio.

Grande la soddisfazione del Maestro De Carlo: “Una serata che ha risposto alle aspettative in continuità con lo scorso anno, per un appuntamento che rischia di divenire una vera e proprio tradizione per Morgana Incanta e per l’Accademia del Tempo Libero.

Un problema abbastanza grave, l’afonia del tenore, ha rischiato di mandare a monte tutto lo spettacolo, ma questa circostanza è stata prontamente trasformata in un originale espediente, talmente tanta era la volontà di offrire questa serata ai reggini che il regista e gli organizzatori vi hanno trovato originale rimedio. Una novità quasi assoluta, con pochi precedenti, come al Teatro alla Scala di Milano e al Metropolitan di New York. Il tenore titolare, Vladimir Reutov, è stato affiancato da un giovane e brillante tenore Francesco Fortes, della accademia del festival pucciniano di Torre del Lago, prestandogli la voce.

“Non dietro le quinte, non accanto al piano – spiega De Carlo – il secondo tenore è stato parte integrante della scena. Vestito in smoking e indossando 4 sciarpe, una per ogni cambio d’abito del titolare, dello stesso tessuto e colore, si è integrato brillantemente nella scena e nei duetti. Uno ha cantato l’altro, conoscendo la regia, ha realizzato l’azione”.

Orgogliosa Serenella Fraschini, come presidente di Morgana Incanta, di questo connubio con l’Accademia, che diviene occasione per offrire spettacoli d’alto livello, dando spazio e opportunità di crescita a giovani artisti. Felice, la Fraschini, soprattutto, di constatare come il Laboratorio Lirico di Alto Perfezionamento “Morgana Opera Academy”, nato 4 anni fa per condurre i giovani ad approfondire l’opera concretizzando, poi, i propri studi, stia producendo risultati sempre lusinghieri, seguiti e amati dal pubblico.

 

Natale all’Accademia – I grandi avvenimenti di Gennaio

Un mese di dicembre in pieno clima Natalizio per l’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria. Tante le iniziative che stanno caratterizzando il magico periodo prefestivo. “La simbologia del Natale e gli Zampognari” ha allietato la serata di sabato 9 dicembre, seguito da “Un natale in famiglia” a cura di Antonia Rigo Festini e Maurizio Bascià. Al termine della serata è stata sorteggiata una grotta natalizia artigianale per la realizzazione del Presepe.Tra le iniziative più significative del mese, da segnalare quella del 16 dicembre, alle ore 18. Il coro Francesco Cilea, diretto dal M° Bruno Tirottaeseguirà un concerto di canti natalizi. La calda atmosfera del Santo Natale sta, dunque, per riempire l’Auditorium Zanotti Bianco, come sempre pronto ad accogliere i numerosi soci che proprio in questi giorni stanno terminando di effettuare le iscrizioni per il nuovo anno.
E a proposito di nuovo anno, sono tante le iniziative già in cantiere, tra cui un ritorno a grande richiesta: il corso per badanti, che offrirà competenze importantissime a chi vuol prendersi cura degli anziani. Il corso si pone l’obiettivo di favorire una buona permanenza a domicilio delle persone non autosufficienti e di assicurare alle stesse più elevati livelli di qualità della vita, oltre ad aumentare le competenze e la professionalità di chi svolge questa attività, attraverso nozioni di lingua italiana, ma anche in tema sanitario.
Accanto ad iniziative già collaudate anche qualche novità: il corso per le unioni civili, per esempio.
Ma la vera ciliegina sulla torta sarà l’allestimento del Rigoletto.
Ancora per la regia di Mario De Carlo, dopo il successo dello scorso anno con la Traviata, si decide di replicare con l’allestimento di un’altra celebre opera di Giuseppe Verdi e libretto di Francesco Maria Piave. Anche quest’anno la direzione artistica è di Serenella Fraschini.
Maestro Concertatore al pianoforte Alessandro Praticò, quartetto d’archi Francesco Cilea e coro Francesco Cilea.
Data prevista per Rigoletto il 7 gennaio, per concludere le feste in grande stile.

 

 

Ripartono le attività dell’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

19esimo anno di attività e, come ogni nuova stagione, un bilancio sempre più ricco, fatto di incontri culturali, viaggi, serate musicali, convivialità, che vanno ad arricchire l’offerta culturale cittadina.

Consueta sala gremita per la prima serata dell’anno sociale 2017/2018 che parte con un concerto del Quartetto d’archi Francesco Cilea, “Musiche dal mondo… e nel tempo”.

Ad avviare la nuova entusiasmante stagione il discorso di apertura dellaPresidente del sodalizio, Silvana Velonà, che, sempre con un pizzico di emozione, ha salutato i soci e offerto qualche anticipazione sulle idee e le iniziative che verranno realizzate nel corso dell’anno con una formula ormai collaudata, ma anche qualche interessante novità.

Una prima importante anteprima, vista l’ampia adesione dello scorso anno, riguarda il corso di lingua e tradizioni calabro/greche che si replicherà, in collaborazione con il Circolo Culturale Apodiafazzi, per la difesa e la tutela delle minoranze linguistiche. Inoltre, dopo il successo de La Traviata, allestita all’interno dell’Auditorium Zanotti Bianco, per la Regia di Mario De Carlo e con la Direzione Artistica di Serenella Fraschini, un’altra grande opera verrà realizzata nel corso dell’anno. Poi il saluto per l’avvio dell’anno anche da parte del Vicepresidente Celeste Giovannini.

Graditissimo l’intervento del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, invitato a partecipare alla serata inaugurale.

Ha parlato di tempo che passa e della qualità con la quale impiegarlo, il Primo Cittadino, che ha portato, agli oltre 300 soci, il saluto di Comune e di Città Metropolitana.

“L’Accademia del Tempo Libero è una vera e propria risorsa – sono state le parole di Falcomatà – che assolve un compito fondamentale: dare qualità al tempo che scorre. E attività come quelle dell’Accademia servono anche a rinnovare quel senso civico purtroppo ormai perduto da alcuni, le cui conseguenze sono facilmente visibili, partendo dal deturpamento della città sino ad arrivare ad atti più gravi ed ignobili come l’incendio dell’emeroteca comunale dei giorni scorsi, solo ultimo degli atti perpetrati a danno della città e soprattutto delle fasce deboli di cittadini”.

Il Sindaco si è detto disponibile ad organizzare incontri utili al dialogo per interpretare le esigenze dei cittadini attraverso il confronto con i soci, e per tenerli costantemente informati sul lavoro dell’Amministrazione.

Quindi il via allo spettacolo. Un vero e proprio viaggio nel tempo e per il mondo, attraverso musiche europee, nella prima parte del concerto,  dalla Germania del 1600, con Bach, alla musica leggera.

In mezzo tante tappe come Austria con Mozzart, Italia con Verdi, poi Ungheria con l’operetta di Lehar e Hoffman, inventore del genere considerato, a torto, minore.

Si parte per la Francia con Offenbach, tedesco ma che operò a Parigi, con il coinvolgente “Can Can” e il Bolero di Ravel. La prima parte del viaggio si conclude in Inghilterra con gli intramontabili Beattles: Yesterday e Hey Jude.

La seconda parte invece ha sullo sfondo stelle e strisce, e non solo, con un repertorio interamente americano che coinvolge oltre agli States, con pezzi come Summertime, West side story, Singing in the rain e New York New York, anche il Messico con Besame mucho, e l’immancabile tango argentino.

Il Quartetto: Primo Violino, Pasquale Faucitano; II Violino, Paola Russo; Viola, Cristina Battaglia e Violoncello, Ludovica Cordova, travolge e appassiona.

La serata si è conclusa con un buffet di dolci per la serata che i soci hanno trascorso convivialmente, ritrovandosi dopo la pausa estiva.

 

 

 

“Dedicato a te dalle onde dello Stretto”, successo per l’iniziativa estiva dell’Accademia

Immagine incorporata 3

 

Un successo preannunciato per una serata straordinaria sotto le stelle del Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria.
“Dedicato a te dalle onde dello Stretto” il concerto che l’Accademia del Tempo Libero ha realizzato per la città. E i cittadini hanno accolto l’invito e gremito l’Arena. Quattro gli artisti eccezionali che si sono esibiti circondati da una scenografia naturale dal grande impatto emotivo.
Si tratta del gruppo “Corde libere”, diretto dal M° Alessandro Calcaramo, il M° Adolfo Zagari e la sua fisarmonica, Cover Band Nomadi Libertà di volare e la cantante Marinella Rodà.
Quattro concerti in uno per una magica serata, alla quale gli apprezzati artisti calabresi hanno dato vita con il loro talento, proponendo dalla musica appartenente alla nostra tradizione popolare, ai choro brasiliani, rumba flamenca e la musica irlandese di Corde Libere.
Una serata che ha incantato il pubblico sulle note della cultura etnica; una parentesi estiva nella ricca programmazione che l’Accademia offre ai suoi soci durante l’anno sociale, tra numerose attività culturali di tutti i generi: incontri, conversazioni, musica, viaggi, sport e convivialità.

Immagine incorporata 1

Immagine incorporata 2

Immagine incorporata 4

 

 

 

Corso di Calabro/Greco – I corsisti si salutano e si danno appuntamento al prossimo anno

 

Alle soglie dell’estate si conclude il corso di grecanico “Mathènnome tin Glossa Grèka tis Kalavria/Impariamo la Lingua Greca di Calabria”.

Dopo un intenso anno di attività è tempo di bilanci per le due associazioni culturali che hanno ideato, promosso e organizzato il corso:  Accademia del Tempo Libero e Apodiafazzi.

E le valutazioni non possono che essere positive in termini di partecipazione e di raggiungimento degli obiettivi.

Sette intensi mesi che hanno portato gli appassionati corsisti a tuffarsi nelle affascinanti tradizioni della Calabria, quella più antica, di origine grecanica, tra usi e costumi, monete e religione, il tutto sul filo conduttore di una lingua remota, purtroppo quasi ormai persa, nel tentativo di salvarla dall’abbandono a cui è sembra destinata.

Così, tra lezioni di grammatica, gite in località di origine grecanica, incontri speciali e lectiones magistralis, i corsisti manifestano la volontà di voler proseguire l’esperienza il prossimo anno, per dedicarsi alla conoscenza più approfondita delle nostre antiche origini e all’apprendimento di questa straordinaria lingua. Soddisfatti Silvana Velonà, Presidente di Accademia del Tempo Libero e Carmelo Giuseppe Nucera, Presidente di Apodiafazzi che ribadiscono il loro impegno, anche per il prossimo anno, nel sopperire il vuoto lasciato dalle Istituzioni nella difesa delle minoranze linguistiche e nel recupero delle loro tradizioni.

Mercoledì scorso la cerimonia di consegna degli attestati e successivo momento conviviale. I corsisti, purtroppo non tutti presenti alla serata finale, con gli organizzatori e la docente, professoressa Teresa Pietropaolo,  hanno voluto festeggiare la fine di questa appassionante avventura con una torta a tema, dandosi appuntamento al prossimo anno.

 

 

Fondazione Febea – “Chiaroscuro” al Teatro Cilea di Reggio Calabria

Scarica (PDF, 405KB)

Primo grande evento per la neonata Compagnia Stabile della Musica, del direttore artistico, Maestro Pasquale Faucitano.

Al Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria “Chiaroscuro”, uno spettacolo di grande impatto emotivo che crea un connubio tra arti generando un suggestivo punto d’incontro sul palcoscenico, tra musica, pittura e danza.

L’espressione pittorica diviene espressione del corpo umano nella creazione di un dipinto vivente, tra luci ed ombre.

Teatri 35 e l’Ensamble strumentale del Teatro Cilea, insieme per dare vita ad uno spettacolo straordinario, giovedì 25 maggio alle ore 21.

I dipinti del Caravaggio, sulla tela immaginaria della musica che guida passi e movenze nella creazione delle opere. La musica come copione, dunque, come filo conduttore per gli attori, in azioni inserite in una partitura musicale in cui ogni gesto è in funzione di una meccanica, di un ingranaggio, in cui ciò che viene eseguito è strettamente necessario.

Il corpo dell’attore al centro di una performance sui Tableaux Vivants “Chiaroscuro”, che affonda le radici in un’esperienza laboratoriale di svariati anni.

Così, a poche settimane dall’annuncio della nascita della Compagnia, da parte della Presidente di Fondazione Febea, Silvana Velonà, il primo appuntamento dal grande valore artistico e sociale.

Il ricavato della serata, infatti, verrà devoluto alla sezione cittadina dell’A.I.P.A.D.

Corso di grecanico Accademia e Apodiafazzi  – Ultimi appuntamenti prima della pausa estiva  

Si avvia alla conclusione il corso di lingua greco calabra “Mathènnome tin Glossa Grèka tis Kalavria/Impariamo la Lingua Greca di Calabria”, organizzato da Accademia del Tempo Libero e Apodiafazzi a Reggio Calabria.

Sette intensi mesi che hanno portato gli appassionati corsisti a tuffarsi nelle affascinanti tradizioni della Calabria, quella più antica, di origine grecanica, tra usi e costumi, monete e religione, il tutto sul filo conduttore di una lingua remota, purtroppo quasi ormai persa, nel tentativo di strapparla dall’oblio.

Un finale in grande stile, mercoledì 24 maggio, che vedrà i corsisti impegnati in una visita guidata presso la Biblioteca “Giacomo Longo” di Messina per toccare con mano i Manoscritti del Fondo del S. Salvatore, già illustrati in occasione dell’incontro con Maria Teresa Rodriquez, Direttrice della Biblioteca Regionale di Messina.

Al rientro in sede, dopo proiezione del film “La Calabria dei greci, i greci di Calabria”, è prevista la consegna degli attestati di partecipazione al corso.

Infine, sabato 27 maggio, ultima gita fuori porta per i corsisti che si saluteranno, in vista della pausa estiva, in occasione della visita al Monastero greco di Seminara.

Annotazione
  • La Leggenda Morricone

    Nuovo evento non presente nel programma. Il 30 giugno, in Accademia, evento musicale dedicato al Maestro Morricone.leggi »
In Evidenza