Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
Maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Meteo
20/05/2019, 19:16
Soleggiato
Soleggiato
20°C
Temperatura percepita: 19°C
Pressione: 1010 mb
Umidità: 48%
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 14 km/h
UV-Index: 1
Alba: 05:43
Tramonto: 20:05
Previsione 20/05/2019
Giorno
Nuvoloso
Nuvoloso
22°C
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 25 km/h
max. UV-Index: 6
Notte
Parzialmente Nuvoloso
Parzialmente Nuvoloso
14°C
Vento: 11 km/h NNE
Raffiche di vento: 18 km/h
max. UV-Index: 6
Previsione 21/05/2019
Giorno
Prevalentemente Soleggiato
Prevalentemente Soleggiato
23°C
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 11
Notte
Parzialmente Nuvoloso
Parzialmente Nuvoloso
15°C
Vento: 7 km/h NNE
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 11
 

Comunicati e Articoli

Ampia partecipazione di scuole e cittadini per l’iniziativa dell’Accademia del Tempo Libero: “Aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria”.

20160416_115013

Si è parlato del Risorgimento in chiave calabrese all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria. “Aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria” il titolo del convegno organizzato dalla sezione cultura,del sodalizio, che ha ospitato illustri relatori.

Un evento eccezionale che ha visto la partecipazione degli Istituti scolastici cittadini. Al mattino infatti, l’Auditorium Zanotti Bianco ha ospitato le quarte classi del Liceo artistico Mattia Preti, del Liceo scientifico “A.Volta”, dell’industriale “Panella Vallauri” e del Magistrale “T. Gullì”. I ragazzi, accompagnati dai propri docenti, hanno avuto modo di approfondire in chiave locale questo importante momento storico, che ha portato all’Unità d’Italia, attraverso gli avvenimenti svoltisi in Calabria, a partire dai primi moti. Una vera analisi storica che ha avuto come punto dipartenza la Calabria ed i suoi protagonisti non riportati dalla storia ufficiale ma presenti nella toponomastica cittadina.

Nel pomeriggio l’Accademia ha, poi, aperto le sue porte alla città registrando un’ampia partecipazione.

Dopo il saluto della Presidente dell’AdTL Silvana Velonà sono intervenuti il prof. Giuseppe Caridi su “I moti calabresi nell’ambito del Risorgimento”, professor Franco Arillotta su “Costume e società nella Reggio risorgimentale”, la professoressa Cettina Nostro su “Il vissuto storico nella dimensione delle Arti figurative”. Cardine dell’incontro pomeridiano il fenomeno del brigantaggio. Un capitolo molto interessante, in particolare, ha riguardato il “Brigantaggio al femminile” del quale generalmente si parla molto poco. La professoressa Franca Brandolino si è occupata de “Il coraggio delle Brigantesse” e la professoressa Caterina Mammola di “Contributi di donne calabresi all’Unità d’Italia”. Gli interventi sono stati coordinati dalla professoressa Celestina Catanoso. Grande risalto, al di la degli eventi storici, è stato dato al sentimento popolare, interpretato da Marinella Rodà e dalla sua splendida voce. La musica ha evocato le suggestive atmosfere risorgimentali calabresi attraverso le canzoni di Mediterraneo Musica.

Il convegno sul Risorgimento rappresenta solo una tappa del più ricco ed articolato percorso culturale intrapreso dal sodalizio e fortemente voluto dalla Presidente Silvana Velonà e dalla professoressa Mimma Gurnari, responsabile del settore cultura. In particolare l’incontro ha rappresentato un vero e proprio omaggio al protagonismo calabrese nella storia d’Italia.

20160416_115005

Convegno “Aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria”.

Scarica (DOCX, 783KB)

“Aspetti e momenti del Risorgimento in Calabria”. E’ il convegno organizzato dall’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria, per sabato 16 aprile 2016. Un evento eccezionale che avrà inizio alle ore 10 e proseguirà per tutta la giornata. L’Auditorium Zanotti Bianco di via Melacrino farà da sfondo all’incontro che nella mattinata sarà rivolto ai giovani studenti reggini e nel pomeriggio accoglierà chiunque voglia parteciparvi.

Programma del convegno:

Saluto della Presidente dell’AdTL  Silvana Velonà e della responsabile del Settore Cultura Mimma Gurnari

ore 10: 15  Introduzione alla tematica del Convegno

ore 10:  45  I moti calabresi nell’ambito del Risorgimento

                   relatore prof. Giuseppe Caridi

ore 11: 20  Costume e società nella Reggio risorgimentale

                   relatore prof. Franco Arillotta

ore 11: 45  Interventi programmati

                   coordina la prof.ssa Celestina Catanoso

ore 12:30   Sospensione dei lavori

ore 17:00  Il vissuto storico nella dimensione delle  Arti figurative

                  relatrice prof.ssa Cettina Nostro

ore 17:40  Risorgimento al femminile

                – Il coraggio delle Brigantesse

                  relatrice prof.ssa Franca Brandolino

                 – Contributi di donne calabresi all’Unità

                   d’Italia

                  relatrice prof.ssa Caterina Mammola

 ore 18:40  Eventuali testimonianze e riflessioni

                  del pubblico

                  coordina la prof.ssa Silvana Falduto

ore 19:00  Conclusioni a cura del prof. Giuseppe Caridi

 Atmosfere evocative del sentimento popolare  create da Marinella Rodà e la sua Band

 

Presentato all’Accademia del Tempo Libero “Traguda”, il primo disco da solista di Marinella Rodà

Marinella Rodà

Marinella Roda sceglie l’“Accademia del Tempo Libero” di Reggio Calabria per presentare il suo primo disco da solista. Così una serata normale si trasforma in un sabato di grandi emozioni, carico di storia e di storie, di tradizione e cultura popolare, di folklore, quello tanto amato dall’artista reggina che presenta la sua opera attraverso un affascinante racconto di vita.

Famiglia, infanzia, musica sono gli ingredienti principali dai quali si parte per presentare al pubblico “Traguda” (dal grecanico “canta”). E’ come sempre la Presidente dell’Accademia, Silvana Velonà, a dare il primo saluto alla platea, questa volta affiancata da un ospite d’eccezione, l’Assessore Eduardo Lamberti Castronuovo, il cui prezioso intervento ha sottolineato l’importanza della cultura per la crescita sociale di una comunità. D’altronde il suo grande impegno in tal senso, dettato dall’amore per l’arte, ha permesso la realizzazione di eventi di rilevante portata culturale, così come sarà per la prossima edizione degli “Stati Generali della Cultura”, ormai alle porte, della quale il dottore Lamberti ha dato interessanti anticipazioni e che prevede eventi di rilievo nazionale, che regaleranno alla nostra città e all’intera provincia occasioni uniche per assistere a spettacoli eccezionali.

“Una voce profonda come l’Aspromonte”, così è stata definita la voce di Marinella Rodà, figlia d’Arte, che da oltre vent’anni si occupa di cultura folk calabrese e di recupero della tradizione grecanica, cantando antichi brani tradizionali, etnici, testi calabresi e siciliani e traducendo, talvolta, dal greco di Calabria al dialetto e rendendo comprensibili testi antichi dal contenuto attuale e moderno.

Un pregevole spettacolo in un contesto dal grande impatto emotivo grazie anche professoressa Elena Romeo, che col suo allestimento scenico ha rievocato i colori e i sapori calabresi, come se tutto si svolgesse all’interno di un incantevole bosco.

Il dottor Carmelo Nucera, esperto dell’Area Grecanica; il professor Ninello Verduci, esperto Area Folk Calabrese e il Dottor Simone Martino, esperto dell’Area Siciliana Etnica,  sono stati i relatori/amici che hanno condiviso passione e ricordi con la Rodà, donandoli al pubblico in un angolo della memoria che ha preceduto l’esibizione. Un’infanzia, quella di Marinella, caratterizzata dalle “fiabe speciali” del papà Antonio, che avevano come protagonisti Turchi, Greci e Saraceni, e da “giocattoli” speciali, gli strumenti musicali che oggi rappresentano la vita quotidiana dell’artista.

Sono i musicisti a dare il via allo spettacolo salendo sul palcoscenico uno per volta e iniziando a dare respiro ai propri strumenti che trovano completamento con la voce di Marinalla Rodà.

Alessandro Calacaramo alla Chitarra, Massimo Cusato alle Percussioni, Nadia Romeo al Violoncello, Dario Siclari al Flauto traverso, Peppe Stilo per gli strumenti folk calabresi, hanno accompagnato la cantante ed il folto pubblico in questo affascinante viaggio nel tempo.

“Traguda” è, dunque, il risultato di un percorso personale e musicale che l’artista ha scritto, arrangiato e voluto fortemente e che rappresenta il connubio perfetto tra la sua grande esperienza e la sua splendida voce.

 

Mrinella RodàMarinella Rodà (2)

“Concerto di San Valentino” – Le splendide voci degli artisti incantano il pubblico

20160213_182353

 

Una voce incantevole quella del soprano Maria Teresa Leva, che si è esibita all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria. Così insieme al tenore Rosolino Claudio Cardile, accompagnati dalle note del Maestro Alessandro Pratticò al pianoforte, hanno introdotto in musica la giornata di San Valentino. Un Auditorium gremito, lo Zanotti Bianco, come spesso accade in occasione delle iniziative del sodalizio, che questa volta ha voluto coinvolgere l’intera città per una serata speciale. Non solo soci, quindi, a seguire il concerto alla vigilia della festa degli innamorati. Un successo che dimostra ancora una volta l’alto gradimento dei reggini verso le iniziative dell’Accademia.

I giovani artisti reggini, con alle spalle esperienze  importanti e numerosi riconoscimenti, si sono esibiti in un ricco programma che ha spaziato dalla musica lirica, con i brani più noti e coinvolgenti di opere quali la Traviata, La Bohème, La Vedova allegra, Madama Butterfly , e la musica di tradizione partenopea con “Dicetencello vuje”, “Core ‘ngrato”, “I’te vurria vasà” che rievocano il tema dell’amore, come “Torna a Surriento”, che con l’immagine di un possibile addio dalla persona amata e da una terra splendida quale la penisola sorrentina, ha chiuso la serata tra gli applausi.

Numerosi e importanti gli impegni che attendo i due artisti reggini: Maria Teresa Leva è attualmente è impegnata nella produzione de la “Bohème” nel ruolo di Mimí, diretta dal M° Carlo Goldstein, nei teatri di Cremona, Brescia, Pavia, Reggio Emilia e Como. A Maggio 2016 sarà Violetta ne la “Traviata”di Giuseppe Verdi presso l’Opera Royal de Wallonie di Liegi e a Luglio presso il teatro lirico di Cagliari. A Settembre 2016 sara Liú nella “Turandot”di Giacomo Puccini presso il teatro grande di Brescia.

Il Tenore Cardile invece prossimamente canterà al Teatro dell’Opera di Roma nell’opera Lo Scoiattolo in gamba di Rota e al Teatro del Cremlino di Mosca canterà nell’opera la Capinera di Mogol e Bella, nel ruolo di Nino.

20160213_182327

“Concerto di San Valentino” per un pomeriggio di musica.

Vigilia di San Valentino… l’Accademia del Tempo Libero festeggia gli innamorati con un concerto che vedrà sul palco dell’Auditorium Zanotti Bianco una grande interprete quale il soprano Maria Teresa Leva, il tenore Rosolino Claudio Cardile ed al pianoforte il Maestro Alessandro Pratticò.

Il programma prevede, nella prima parte, Tace il labbro (Duetto) da La vedova allegra – Franz Lehàr; da La Bohème: Che gelida manina, Mi chiamano Mimì, O soave fanciulla (duetto) – G. Puccini; Dicetencello vuje, Core ‘ngrato, I’te vurria vasà. La seconda parte del concerto si aprirà con Brindisi (libiamo, né lieti calici), “O qual pallor!… Un dì felice ..(duetto ), È strano..è strano..follie! …Sempre libera da La Traviata; Tu che m’hai preso il cuor, A vucchella; Viene la sera… (duetto) da Madama Butterfly. Il concerto si chiuderà con “Torna a Surriento”.

“Il Concerto di San Valentino – ha affermato la presidente dell’associazione Silvana Velonà – per regalare un pomeriggio musicale d’alto livello, in compagnia di bravi artisti, interpreti di alcuni tra i brani più coinvolgenti e conosciuti del mondo della lirica”.

Il concerto avrà inizio alle ore 18.

“La Chanson d’Aspremont”. Di scena la storia della nostra città.

“La storia d’amore di Ruggeri e Gallicella e la caduta di Risa” di scena all’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria.

Sabato 6 gennaio, alle ore 18, l’Auditorium Zanotti Bianco ospiterà la rappresentazione teatrale tratta da “La Chanson d’Aspremont”, poema epico del ‘400.

Il poema narra i nostri luoghi e le nostre storie e presenta un intreccio di vicende ruotanti attorno alle battaglie dei paladini in difesa del Sud Italia invaso dai saraceni e della “cristianità” dell’intera Europa contro le aggressioni degli “africanti”. Ma, sicuramente,  tra gli episodi che possono suscitare maggiore interesse nel reggino, vi sono quelli relativi alla storia d’amore tra Ruggeri e Gallicella, la caduta della città di Risa (Reggio Calabria in epoca normanna) e la storia di Orlandino, consacrato cavaliere da suo zio Carlo Magno in Aspromonte.

Il poema epico della gesta carolingia è annoverato tra le grandi opere della letteratura medievale; è considerato fondamentale nella genesi dell’“Orlando furioso” di Ludovico Ariosto e viene attentamente approfondito come importante riferimento di studio in campo storico-letterario in tutte le Università europee.

Le ricerche storico-letterarie sono di Carmelina Sicari; l’adattamento e i testi in vernacolo di Domenico Pietropalo; gli adattamenti grafici e musicali di Maurizio Bascià; la regia teatrale di Antonia Rigo Festini.

 

Accademia del Tempo Libero – Reggio Calabria

 

“La storia d’amore di Ruggeri e Gallicella e la caduta di Risa”

Episodio tratto da “La Chanson d’Aspremont”, poema epico del ‘400

Rappresentazione teatrale

Ricerche storico-letterarie di Carmelina Sicari

Adattamento e testi in vernacolo di Domenico Pietropalo

 

Auditorium al Cipresseto “Umberto Zanotti-Bianco” –

Sabato 6 febbraio 2016 – ore 18,00

 

Introduzione: “Il poema nella sua rilevanza storico-letteraria e nella sua rappresentazione teatrale”

Carmelina Sicari, Domenico Pietropaolo,    Antonia Rigo Festini.

 Brani scelti letti dagli attori del Laboratorio teatrale “Raccolti ed indifferenziati”

Pietro Mafrici – Narratore

Giuseppe Dieni – Ruggeri

Marina  Amedeo – Gallicella

Vincenzo Burzomati – Beltramo

Momenti musicali eseguiti e cantati dalla “Banda pilusa”

Aldo Festini – chitarra, ‘u capu banda

Maurizio Bascià – organetto

Vittorio Calabrò – tamburello

Giuseppe Coppola – piatti

Salvatore Marrari – mandolino

Domenico Pietropaolo – triangolo, ‘u cantastori

Adattamenti grafici e musicali: Maurizio Bascià

Regia teatrale: Antonia Rigo Festini

“In due: io e il piano”. Successo per il viaggio ideale proposto da Scarcella

20160123_183528

 

Un vero e proprio successo quello riscosso all’Accademia del Tempo Libero da Santi Scarcella, musicista, compositore e cantante, col suo spettacolo “In due: io e il piano”.

Coinvolgenti e accattivanti le note di Scarcella, hanno condotto la platea attraverso i continenti, dagli Stati Uniti d’America, passando per l’America meridionale, sino alla nostra Italia, e poi giù in Sicilia, regione che ha dato i natali all’artista.

Niente voli né bagagli dunque, ma solo musica e parole, quelle che Scarcella usa per presentare i numerosi brani, avvicendatisi per un’ora e mezza, all’interno dell’Auditorium Zanotti Bianco.

La performance di Scarcella, ha trovato il giusto equilibrio tra un concerto impegnato, da ascoltare in religioso silenzio, e uno spettacolo più frizzante e attuale, che ha coinvolto il pubblico senza mai rinunciare un jazz di altissima qualità.

George Gherswin, Cole Porter, Carlos Jobim, Sonny Rollins, Duke Ellington, Luiigi Tenco, Armando Trovajoli, Domenico Modugno, Rino Gaetano, Franco Li Causi, sono gli autori che  Scarcella ha reinterpretato nel suo viaggio ideale. Tanti gli stili proposti ai soci dell’Accademia: Jazz, Blues, Work Songs, Bossa Nova in una ideale discesa dal nord al sud dell’America, per poi percorrere anche l’Italia, passando per  Napoli, e concludere il viaggio nella dirimpettaia Sicilia.

Il prossimo appuntamento con le iniziative del sodalizio è fissato per sabato prossimo, 30 gennaio, ore 18, con “Tatanta e tarantolate tra musica, storia e leggenda”. Un convegno organizzato in collaborazione con EdbN, in tema di Naturopatia e medicine non convenzionali. L’incontro è aperto a tutta la città.

 

“In due: io e il piano”. Un Viaggio sulle note di Scarcella

locandina-reggio-calabria-23-01-2016

Un inedito e coinvolgente viaggio musicale che parte dal Nord America e, passando dall’America del Sud, giunge in Italia, sino alla Sicilia.

E’ il tema della serata organizzata dall’Accademia del Tempo Libero che vedrà al pianoforte Santi Scarcella, compositore e cantante siciliano, in un concerto dal titolo “In due: io e il piano”.

George Gherswin, Cole Porter, Carlos Jobim, Sonny Rollins, Duke Ellington, Luiigi Tenco, Armando Trovajoli, Domenico Modugno, Rino Gaetano, Franco Li Causi, sono solo alcuni degli autori rivisitati da Santi Scarcella che accompagneranno il pubblico in questo emozionante viaggio.

L’appuntamento è per sabato 23 gennaio 2016, alle ore 18, pressol’Auditorium Zanotti Bianco.

 

Santi Scarcella

Santi Scarcella vanta oramai un curriculum di tutto rispetto sia per i teatri, gli spazi e rassegne jazz in giro per l’Italia in cui ha portato la sua “arte” (Blue Note Milano, Piano City Napoli, Palacultura di Messina,) sia per le collaborazioni con Artisti di fama nazionale e internazionale (da Radio 2 con Nino Frassica a Radio 3 con Stefano Roffi, a Gigi Miseferi, Marisa Laurito, oltre che i grandi nomi della musica jazz e contemporanea come: Steve Reich, Scoot Reeves, Santa Cecilia Jazz Orchestra etc).

Gran Concerto d’Inizio Anno – 2 Gennaio 2016

20160102_191036

Gran Concerto d’inizio d’anno, così l’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria ha dato il “benvenuto” al 2016.

Una serata di musica, con l’Ensamble dell’Orchestra Francesco Cilea (Pasquale Faucitano, 1° Violino; Paola Russo, 2° Violino; Sergio Tommasini, Viola; Giuliano De Angelis, Violoncello; Giuseppe Blanco, Contrabbasso;  Alessandro Carere, Flauto; Lia Merlino, Oboe; Michele Giovinazzo, Calrinetto; Mauro Leonardo, Fagotto; Giampiero Cannata, Corno; Gian Rosario Presutti, Pianoforte), che ha eseguito: Valzer dal Gattopardo di Verdi; Il Pipistrello, Sangue Viennese, Voci di Primavera, Bel Danubio Blu, di Strauss; Valzer da Coppelia di Delibes; Barcarola di Offenbach.

Una sala gremita di spettatori, quella dell’auditorium Zanotti Bianco, che al termine dello spettacolo hanno brindato al nuovo anno sulle note del “Libiamo ne’ lieti calici”, tra i mille colori dei coriandoli, con il tradizionale scambio di auguri.

20160102_181851

20160102_181845

20160102_191017

Un ricco programma Natalizio tra concerti e solidarietà

Il Santo Natale è alle porte e l’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria ha pensato a numerose iniziative in occasione della festività più attesa dell’anno. Tre appuntamenti da inserire nel contesto del ben più ampio programma del mese di dicembre.

Si parte martedì 15, alle ore 18, con una serata di beneficenza: una carrellata di artisti si avvicenderanno sul palcoscenico dell’Auditorium “Zanotti Bianco” per una causa benefica. Il ricavato dell’intera serata verrà devoluto all’associazione nazionale Persone Down, sezione di Reggio Calabria.

Giovedì 17, alle ore 18, l’associazione offrirà alla città il tradizionale concerto di natale. Si esibirà l’Orchestra di fiati di Reggio Calabria. Direttore il M° Roberto Caridi, con la partecipazione straordinaria del soprano Maria Teresa Leva.

Aprirà la serata il M° Peppe Stilo con la sua zampogna. Presenterà la serata Enzo Zolea.

Sabato 2 gennaio, il sodalizio propone di salutare tutti insieme il nuovo anno che sta per arrivare con un’altra serata di musica, il Gran Concerto d’inizio d’anno con l’Ensamble dell’Orchestra Francesco Cilea. I biglietti per assistere allo spettacolo sono disponibili presso la segreteria.

Il programma completo è scaricabile dal sito dell’Accademia: www.accademiadeltempolibero.it

Annotazione
In Evidenza