Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
Marzo: 2019
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Meteo
20/03/2019, 11:56
Parzialmente Soleggiato
Parzialmente Soleggiato
17°C
Temperatura percepita: 21°C
Pressione: 1020 mb
Umidità: 72%
Vento: 4 km/h S
Raffiche di vento: 4 km/h
UV-Index: 3
Alba: 06:02
Tramonto: 18:09
Previsione 20/03/2019
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
19°C
Vento: 7 km/h O
Raffiche di vento: 18 km/h
max. UV-Index: 4
Notte
Rovesci
Rovesci
12°C
Vento: 4 km/h NNO
Raffiche di vento: 18 km/h
max. UV-Index: 4
Previsione 21/03/2019
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
18°C
Vento: 11 km/h N
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 3
Notte
Nubi Intermittenti
Nubi Intermittenti
12°C
Vento: 7 km/h NE
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 3
 

Dialetto patrimonio identitario

Il dialetto, importante elemento d’identità territoriale, antica testimonianza di vissuto collettivo, cultura locale, usi e costumi, memoria storica che giunge ai nostri giorni, ancora al centro delle iniziative dell’Accademia del Tempo Libero di Reggio Calabria e della Fondazione Febea.

Un tassello identitario di non poco conto che merita attenta tutela è stato il punto focale di un incontro che si è tenuto presso l’Auditorium Zanotti Bianco, sede dell’associazione.

Una serata interessante, condotta dalla professoressa Mimma Gurnari, che ha visto la partecipazione del poeta Giuseppe Ginestra e del chitarrista Aurelio Mantica, che hanno, rispettivamente, recitato splendide poesie, e cantato muttette reggine. Presenti anche il Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino, appassionato di vernacolo e grande scoperta dell’Accademia come poeta dialettale, e l’Assessore Comunale Lucia Nucera.

L’iniziativa che ha fatto da sfondo all’incontro è stata la pubblicazione del dizionario della lingua reggina, a cura di autore Salvatore Ventura, edito da Laruffa.

Il volume di Ventura fornisce validi spunti per conoscere e approfondire le caratteristiche della lingua della nostra città, attraverso oltre 7000 lessemi esaminati nell’aspetto fonetico, etimologico, significato letterale e traslato, nell’ambito d’uso, nelle variabili di zona, etc.

Una raccolta meticolosa, composta in un unicum fondamentale per conservare la lingua locale, peculiarità di questo popolo.

L’iniziativa dell’Accademia parte da un punto molto importante: il dialetto è stato discriminato per molto tempo da pregiudizi ma negli ultimi anni si è verificata un’inversione di tendenza, favorita anche dagli intellettuali, dai pedagogisti e dalla politica stessa tanto da portare all’istituzione, da un paio di anni, della giornata nazionale del dialetto.

Ciò che è scaturito è che un punto di contatto tra i delatori e i sostenitori esiste e sta nel dato incontrovertibile che dialetto e lingua nazionale hanno pari dignità: entrambi derivano dal latino anche se diverso è il loro punto di partenza e il loro percorso diacronico.

 

 

Annotazione
In Evidenza