Reggio Calabria
Get Adobe Flash player
Log In
Iscriviti alla Newsletter

* I campi sono obbligatori
Calendario
Agosto: 2020
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Meteo
06/08/2020, 10:14
Parzialmente Soleggiato
Parzialmente Soleggiato
25°C
Temperatura percepita: 28°C
Pressione: 1010 mb
Umidità: 64%
Vento: 11 km/h N
Raffiche di vento: 11 km/h
UV-Index: 4
Alba: 06:05
Tramonto: 20:01
Previsione 06/08/2020
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
29°C
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 10
Notte
Parzialmente Nuvoloso con Tempeste
Parzialmente Nuvoloso con Tempeste
23°C
Vento: 11 km/h N
Raffiche di vento: 18 km/h
max. UV-Index: 10
Previsione 07/08/2020
Giorno
Parzialmente Soleggiato con Temporali
Parzialmente Soleggiato con Temporali
29°C
Vento: 14 km/h N
Raffiche di vento: 22 km/h
max. UV-Index: 9
Notte
Parzialemente Nuvoloso con Rovesci
Parzialemente Nuvoloso con Rovesci
22°C
Vento: 11 km/h N
Raffiche di vento: 14 km/h
max. UV-Index: 9
 

PREMIAZIONE DEI VINCITORI DEL CONCORSO SU:  “UMBERTO ZANOTTI BIANCO”

 

 

  Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia di consegna dei premi del Concorso su: “Umberto Zanotti Bianco”, bandito dall’Accademia del Tempo Libero lo scorso anno scolastico, con finalità di far conoscere ai giovani studenti l’illustre meridionalista che tanto si è speso per la nostra Terra.

 

 nel pieno rispetto delle norme previste conro il covid 19, alla presenza di un attento pubblico, l’attesa cerimonia di consegna

   Si sono aggiudicati il primo posto 5 ragazzi della V A, Scienze Applicate, del Liceo Scientifico “A. Volta” di Reggio Calabria, questi i nomi: Cagliostro Antonino, Franco Luca, Morello Angelo, Nucera Danila, Velonà Matteo con un interessante lavoro di gruppo. Essi hanno elaborato un’accurata relazione che è stata molto apprezzata dalla Commissione giudicatrice.

   Dopo i saluti e l’introduzione della Presidente Silvana Velonà, ha preso la parola il Prof. Pasquale Amato che si è vivamente complimentato con gli allievi.

   Sono seguiti gli interventi della Prof. Maria Giovanna Monaca, docente del Liceo Scientifico “A. Volta” che ha portato i saluti della Dirigente Scolastica Mariella Palazzolo e della vicepreside Anna Borrello.

   La Prof. Celestina Catanoso, componente del Consiglio Direttivo e responsabile del settore cultura, dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno collaborato per il buon esito della manifestazione, ha chiamato uno per uno i ragazzi ai quali sono stati consegnati i premi.

   Gli allievi, emozionati, hanno mostrato rallegramenti per il giudizio espresso personalmente dal prof. Amato, il quale ha detto che intende divulgare, il più possibile la loro relazione.

   Essi oltre ad aver ottenuto un buono libri, hanno ottenuto i preziosi crediti, utili per la valutazione degli esami finali.

   Durante il colloquio d’esame hanno illustrato la figura di “Umberto Zanotti Bianco”, oggetto del loro particolare studio.

                                                                                                                                                                                                                                               Celestina Catanoso

Reggio Cal. 24.07.2020

       

 

Passeggiata botanica ai giardini della Villa Umberto I di Reggio Calabria – 2 luglio 2020

Visita all’Orto Botanico e alla Villa Umberto I di Reggio Calabria per i Soci dell’Accademia del Tempo Libero.

Una iniziativa che rientra nell’ambito di “Reggio delle Meraviglie”, rubrica curata da Matilde Bartolo e Celestina Catanoso, nata con l’obiettivo di scoprire e riscoprire le bellezze, spesso nascoste, della nostra città.

Alcune specie del patrimonio botanico presente sono state illustrate con grande passione e competenza dal Dott. Francesco Tassone Agronomo, al quale vanno i ringraziamenti della Presidente Silvana Velonà e di tutta l’Accademia. Le foto che documentano l’evento sono state estrapolate dal video di prossima pubblicazione realizzato grazie alla cortese disponibilità di Salvatore Marrari.

Nata nel febbraio del 1820 su proposta della Società Economica con il duplice scopo di servire a esperimenti agronomici e al pubblico passeggio, la Villa fu poi inaugurata nel 1907 da Vittorio Emanuele III che, per l’occasione, scoprì il busto del padre Umberto I e da qui l’intitolazione.

I giardini si estendono sul fondo Criserà in un’area di un ettaro in pieno centro storico. Al loro interno si può ammirare il monumentale Portale di Casa Vitrioli del XVI secolo in stile neoclassico, realizzato in calcare tenero e pietra di Lazzaro che apparteneva al palazzo dell’insigne latinista reggino. Il terremoto del 1908 distrusse l’intero palazzo Vitrioli ma lasciò intatto il portale che fu trasferito all’interno della Villa nel 1974.

All’ingresso della Villa, appena oltrepassato il cancello, ai lati del quale si trovano due pini maestosi, si trova il busto di Umberto I dello scultore Concesso Barca 1907.  Più avanti sono stati collocati i busti in marmo di Paolo Pellicano patriota e studioso e quelli in bronzo del patriota Domenico Tripepi e del patriota Antonio Plutino. Partendo dal portale monumentale di Casa Vitrioli, si snoda il Viale delle Colonne così denominato per la presenza di alcune colonne romane portate qui nel 1974 e che giunge fino al Laghetto dei cigni.

Costata circa 14 mila ducati, la Villa appartiene in egual misura al Comune e alla Provincia.

L’attrazione principale dei giardini è costituita dalle moltissime piante rare ed esotiche presenti che costituiscono il patrimonio botanico dell’Orto. Durante la passeggiata, il Dottor. Tassone si è soffermato sulle diverse specie vegetali affascinando i Soci intervenuti con racconti e aneddoti.

Tra le specie arboree più interessanti spicca la Beaucarnea recurvata proveniente dal Messico e introdotta nei giardini europei nel 1800. La pianta è conosciuta anche come “piede dell’elefante” per il rigonfiamento alla base del tronco, per l’aspetto grinzoso e per il colore grigiastro.  La parte rigonfia funge da serbatoio d’acqua e le consente di sopportare lunghi periodi di siccità.

Ancora più interessante è la Dracena draco- Sangue di drago che è una delle piante più longeve esistente in natura. Coltivata a scopo ornamentale, produce una resina rossastra nota per le sue proprietà emostatiche, spesso usata anche nella preparazione di colori e vernici per i violini. Era considerata sacra e ai suoi piedi si svolgevano riti divinatori. Il Dott. Tassone ha suggerito ai Soci di sfiorare la pianta per cercare di “sentirne” l’energia positiva e di guardare attraverso i rami nodosi come la luce  si infiltra in maniera sempre diversa regalando a chi guarda spettacoli magici sempre diversi.

Nei giardini della Villa Comunale di Reggio si trovano ancora  magnolie secolari, palme delle Canarie le cui foglie, nella tradizione cristiana, rappresentano un simbolo di pace perché ricordano l’entrata di Gesù a Gerusalemme, l’albero antiscimmia dotato di aculei e originario del Perù, la Ginkgo biloba o  fossile vivente ultima rappresentante di una famiglia di Gimnosperme che ebbe il suo massimo splendore nel Mesozoico e che ci è pervenuta perché considerata pianta sacra in Cina e quindi coltivata nei templi. E ancora pini calabresi ecc, il falso pepe, l’albero della canfora e altri esemplari che costituiscono un patrimonio di grande valore che dovrebbe essere maggiormente curato e valorizzato.

Si ringraziano i numerosi Soci intervenuti che hanno apprezzato molto la “lectio magistralis” del Dott. Tassone che si è “innestata”, per rimanere in tema, con lo scopo prioritario della rubrica “Reggio delle Meraviglie” seguita da Matilde Bartolo e Celestina Catanoso le quali hanno come unico obiettivo quello di far riscoprire la bellezza della nostra città che, nonostante tutto e tutti, è ancora “Bella e Gentile”.

                                                                                                                                                                                                                                                                 Matilde Bartolo

 

                                                                             

A tutti i soci e ai simpatizzanti dell’Accademia del Tempo Libero ricordiamo che anche la nostra Associazione  può usufruire delle donazione del 5 x mille, come tutte le associazioni senza fini di lucro.

Grazie al tuo sostegno contribuirai alla promozione e realizzazione delle nostre attività e dei nostri progetti.

È un meccanismo simile all’8 per mille ma non lo sostituisce, si può decidere di destinare entrambe le quote.   Non c’è nessuna imposta in più da pagare.

Se non viene espressa alcuna scelta, la quota rimane allo Stato.

Donare il 5×1000 non costa niente ed è un gesto importante per la nostra Associazione!

Bastano la tua firma e il codice fiscale dell’Accademia del Tempo Libero:

92030100801

 

IL PRESIDENTE

Silvana Velonà

 

 

 

 

 

 
Annotazione
In Evidenza